Marta e il lago di Bolsena

La storia del territorio di Marta è legata al Lago di Bolsena, il più grande lago vulcanico d'Europa formatosi all’interno di un enorme cratere spento 300 mila anni fa. La pescosità delle acque e la fertilità della terra attrassero i primi abitanti neolitici e ammaliarono gli Etruschi che vi fondarono il più importante santuario della Nazione Etrusca. Conquistata dai Romani sopravvisse alle scorrerie di Longobardi e Saraceni e nel XIV secolo passò sotto il controllo dello Stato della Chiesa fino all’Unità d’Italia.
 
Marta conserva intatta la memoria del suo passato e una vacanza a contatto con la sua gente ospitale e genuina regala esperienze indimenticabili. La natura e il clima sono un invito irresistibile per chi ama le escursioni a piedi, a cavallo o in bicicletta, mentre le spiagge sabbiose e il nuovissimo porto turistico suggeriscono infinite opportunità di svago e divertimento. L’ospite alla ricerca di atmosfere d’altri tempi preferirà passeggiare nel verde silenzio del lungolago, visitare il Borgo dei Pescatori e camminare sulla sabbia tra reti stese al sole e barche fedeli agli antichi disegni. Ma nessuno farà a meno di perdersi nel dedalo e nei profumi dei vecchi vicoli, di salire le scalinate che portano al Castello e alla Torre dell’Orologio, di affacciarsi sul grande Lago, ammirare la serenità delle due isole che quasi ne vegliano i fondali e riempirsi gli occhi con la visione delle colline della Toscana e dell’Umbria.
 
Marta è da sempre rinomata per la cucina. I molti ristoranti sono specializzati non solo nella preparazione del pesce di lago ma anche in quello di mare. Il paese è infatti è uno dei maggiori crocevia del commercio ittico dell'Italia centrale. L'olio di oliva, frutto del lavoro di piccoli e tenaci produttori, è di qualità eccezionale; il vino, la celebre Cannaiola di Marta, seduce i palati più raffinati.
 
Lungo tutto il corso dell'anno, ma specialmente dal mese di maggio, antiche feste sacre e appuntamenti di valorizzazione della gastronomia locale allietano le giornate dei Martani e degli ospiti.
 
L'ospitalità va dalle quattro stelle in albergo all'area sosta camper, passando per campeggi e B&B.
 
A poche decine di chilometri ci sono Viterbo, Orvieto, Tuscania... e impianti termali famosi in tutto il mondo, anche ad accesso libero.